A.C.D CADIDAVID CONOSCIAMOCI MEGLIO

Nuovo appuntamento della stagione con la rubrica “A.C.D. Cadidavid conosciamoci meglio”, dedicata alla squadra calcistica del nostro paese e nella quale andremo a presentarvi un membro della società in modo da conoscere meglio lo staff e i giocatori che ogni domenica scendono in campo per difendere gli storici colori biancoblù.

Nuovamente ospite di questa intervista Luca Dosso, giovane attaccante della squadra biancoblù, in questa occasione per approfondire la scelta di rifiutare quest’estate la serie D per restare nell’A.C.D. Cadidavid.

Bentornato Luca e grazie come sempre per la disponibilità
Grazie a voi per lo spazio dedicato

Luca, partiamo direttamente dalle voci che quest’estate ti davano lontano dal Cadidavid, in serie D, possiamo confermare che non erano solo voci?
Si, l’opportunità di andare in serie D c’è stata, mi ha un po’ “sconvolto”, ma confermo che le voci erano vere

Se possiamo chiedere, quale squadra ti aveva cercato?
Si trattava del Legnago Salus, mi avevano informato che durante il precedente campionato ero stato seguito dai loro osservatori e quando mi hanno proposto questa estate di partecipare al loro ritiro precampionato ho accettato

Come hai vissuto quindi questa esperienza?
Mi sono trovato davvero molto bene, il ritiro è durato un mese e la possibilità di rimanere era concreta

Quindi perché rifiutare?
Semplicemente perché il mio percorso di studi ne avrebbe risentito, inoltre per mio padre sarebbe stato impegnativo dovermi accompagnare agli allenamenti non avendo ad oggi io la patente

Vero, nonostante tu faccia parte della prima squadra del Cadidavid non dimentichiamo che sei un classe 2004 e a novembre farai 18 anni,  non credi però che a quel punto passare ad una categoria superiore potrebbe essere il regalo di compleanno perfetto?
Certamente in futuro vorrei mettermi alla prova e giocare a livelli più alti ma oggi vorrei prima raddoppiare le reti della passata stagione e raggiungere una tranquilla salvezza in campionato con il Cadidavid

Il Legnago però non è l’unica società che ti ha cercato, corretto?
Si, mi aveva chiesto il Vigasio ma gli allenamenti erano troppo presto e non sarei riuscito a organizzarmi con la scuola, c’è stato poi anche il Villafranca a campionato già iniziato ma ho preferito restare

Luca, c’è qualcosa in conclusione che vorresti aggiungere?
Si, vorrei prendere l’occasione per ringraziare i miei compagni di squadra perché se queste società mi hanno cercato il merito è certamente anche loro

Bene, ringraziando Luca, per il tempo dedicato, vi rinnoviamo l’appuntamento la prossima settimana con un nuovo membro della squadra da conoscere, continuate a seguirci anche sulle nostre pagine FacebookTwitterInstagramYouTube e sempre forza biancoblù!