Capitello Madonna di Lourdes

Alla presentazione di questo storico capitello, dedicato alla Madonna di Lourdes e posizionato tra via Forte Tomba e via Barbiano, troviamo ben visibile un’interessante monito che ci invita alla preghiera “O passeggero se brami sicura via scopri il capo e di Ave Maria”.

Costruito alla fine del 1800, sul­la proprietà di Filippi Luigi detto “Bio Ferar”, per tanti anni questo capitello è stato punto di incontro per accompagnare i defunti alla Chiesa per l’ultimo saluto, una tradizione durata fino agli anni 50 a seguito dell’ampliamento del tratto stradale.

Due anziani quasi 90enni ricordano un fatto su questo capitel­lo, si racconta di una ragazza che abitava nelle vicine “case roerse” con so­prannome “Picia”, ragazza devota all’immagine di questo capitello che teneva sempre ornato con fiori e lumini, al tempo era fidanzata con un ragazzo di Tomba che a causa dei continui litigi un giorno decise di lasciare, il ragazzo però accecato dall’odio e dalla gelosia non accettando la fine della relazione le sparò colpendola alla spal­la, vedendo la giovane a terra sanguinante e credendola morta il ragazzo si gettò disperato nel vicino canale, ma fu salvato, mentre la giovane “Picia” pregando e chiedendo aiuto alla Madonna guarì.

A cura di Dino Poletto