156° ANNIVERSARIO POLIZIA LOCALE

La Polizia Locale ha celebrato questa mattina in piazza Bra il 156° anniversario di fondazione del corpo.

Un momento di bilanci e di riconoscimenti dopo un anno di attività nel territorio e di ripresa post Covid, in un contesto sociale molto cambiato, con nuove emergenze e una crisi economica sempre più pressante che genera forti tensioni che ha portato ad una continua richiesta di sicurezza, a cui la Polizia Locale fa fronte grazie al grande impegno di circa 280 operatori, che permettono a Verona di essere al 41° posto della classifica per numero di denunce, come stilato da una recente classifica pubblicata sul Sole 24 Ore.

Un dato senza dubbio confortante, frutto degli oltre 41 mila interventi effettuati da settembre 2021 ad agosto 2022, per garantire sicurezza davanti alle scuole, nelle piazze ritornate affollate dopo la pandemia, sulle strade, alle manifestazioni e per contrastare lo spaccio e il micro spaccio.

Alla cerimonia di questa mattina sono intervenuti il Sindaco di Verona Damiano Tommasi, la Vice Sindaca Barbara Bissoli, l’Assessora alla sicurezza Stefania Zivelonghi, il Comandante della Polizia Locale Luigi Altamura, oltre alle maggiori autorità civili e militari cittadine, i dipendenti della Protezione Civile del Comune di Verona e gli alunni di 4^ e 5^ della scuola primaria paritaria Leonardi.

Di seguito le parole del Sindaco Tommasi, Ringrazio le donne e gli uomini della Polizia Locale e della Protezione Civile del Comune di Verona per l’impegno, la presenza e per gli importanti dati che testimoniano la loro attività, sono il biglietto da visita della nostra città, tutti noi sappiamo che ci sono, ma non ne valutiamo il peso e il valore. Una presenza quotidiana con impegno e costanza alle manifestazioni, per incidenti stradali o per episodi di microcriminalità, controllando il territorio nel centro città e in periferia e per questo saranno sempre supportati dalla nostra Amministrazione, forniremo loro tutti gli strumenti che permettano di essere davvero parte integrante della nostra città, ci siamo impegnati nel dare una nuova e adeguata sede, e supereremo le criticità grazie alla considerazione del grande servizio e della grande utilità del ruolo per la nostra comunità. Il lavoro della Polizia Locale, spesso trascurato e visto in maniera negativa, deve essere invece valorizzato costantemente da noi adulti, trasmettendolo ai più giovani, che devono essere consapevoli di quanto siano utili le persone in divisa. Rispettare le regole, la trasparenza e la legalità, sono tutti elementi che non devono essere divieti o limiti, ma opportunità per stare insieme nel modo giusto, creando le basi per poter affrontare i sogni di una città, un diritto che ci meritiamo ed è dunque doveroso celebrare una presenza costante nel territorio, di lunga data e che proseguirà nel tempo, con il giusto valore e il giusto rispetto”.

Durante la mattinata sono stati premiati gli agenti che si sono contraddistinti nel corso di operazioni servizio, come arrestare un uomo in fuga dopo un investimento, individuare pirati della strada rei di omissione di soccorso, trarre in salvo una persona che si era gettata nel fiume Adige, sedare una violenta lite, arrestare un cittadino autore di violenza sessuale in stazione, procedere all’arresto e al sequestro di persone in possesso di sostanze stupefacenti.

Un riconoscimento è stato inoltre consegnato dall’Avis per chi si è distinto nella donazione di sangue nell’ultimo anno, ed un altro all’azienda Hangartner Terminal che ha permesso l’invio gratuito di centinaia di pallet tramite vagoni ferroviari e camion con aiuti umanitari alla popolazione ucraina dall’HUB di Verona.