SOPRALUOGO FLAVIO TOSI EX FONDERIA BIASI

Sopralluogo Flavio di Tosi con Lista Tosi e Fare Vr all’ex fonderie Biasi di via delle Trincee.

Conferenza stampa di Flavio Tosi all’ex area Biasi di via delle Trincee dove l’attuale Amministrazione ha dato il via libera al un nuovo centro logistico, Tosi, relazione dell’Arpav alla mano, ha segnalato che l’area dell’ex fonderia è inquinata da materiali di scarto di fonderia e da rifiuti di vecchie demolizioni, di seguito quanto dichiarato.

“Sboarina ha definito green l’hub che sorgerà, talmente green che il suolo è pesantemente inquinato e la società incaricata di costruire il centro logistico non ha pensato di bonificarlo, anzi, l’anno scorso aveva presentato uno studio in cui dichiarava l’assenza di ostacoli ambientali. Arpav smentisce su tutta la linea la proprietà, mentre Sboarina si è fidato superficialmente della parola di chi ha interesse ovviamente a costruire, questo, nonostante un ex dipendente Biasi, che sa bene cosa aveva lasciato in eredità una ex fonderia che all’epoca operava in base a obsoleti parametri ambientali, avesse denunciato la presenza di svariate tipologie di rifiuti. A quel punto l’ex dipendente ci ha chiesto aiuto e siamo andati insieme all’Arpav, che correttamente ha confermato la presenza di materiali di scarto di terre di fonderie e di vecchie demolizioni e di un liquido non identificabile nell’ex cisterna usata per lo stoccaggio di emulsioni oleose. Se non ci fossimo mossi noi, per il pressapochismo di Sboarina sarebbe sorto un centro logistico in mezzo a rifiuti inquinanti. È gravissimo. Immaginate il pericolo per dipendenti, operai, impiegati e trasportatori che ogni giorno vi avrebbero lavorato. Per quanto ci riguarda segnaleremo alla Procura chi ha presentato uno studio che negava la presenza di rifiuti interrati. E’ stata smentita platealmente da Arpav, tra le due relazioni c’è una discrepanza assoluta. Potrebbero profilarsi ipotesi di reato”.