IMU AGEVOLAZIONI PER ANZIANI E DISABILI

Il Consiglio comunale ha approvato con 21 voti a favore e 5 astenuti, il nuovo regolamento comunale per l’istituzione e la disciplina dell’Imu.

Il documento, a supporto dell’adozione delle aliquote 2020 già definite dall’aula, introduce alcune novità tra le principali, l’estensione delle agevolazioni sulle abitazioni principali alle unità immobiliari di proprietà di anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari, così come l’esenzione per gli immobili che vengono dati in comodato gratuito al comune o ad altri enti territoriali, per scopi istituzionali, come successo durante l’emergenza Coronavirus.

Sono stati introdotti, inoltre, la figura del funzionario responsabile e nuovi poteri al Comune per la verifica dell’assolvimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti.

Ad illustrare il regolamento, in diretta streaming, l’Assessore bilancio e tributi Francesca Toffali, “La legge finanziaria 2020, nell’abolire la Iuc, aveva confermato l’istituzione di Tari e Imu e le tempistiche da rispettare, a causa dell’emergenza Covid, sono state poi fatte delle deroghe per posticipare le deliberazioni comunali relative alla tassazione e questo ci ha permesso di introdurre delle novità importanti, soprattutto per andare incontro ad alcune categorie che prima non usufruivano di agevolazioni, lo schema del regolamento è costituito da 19 articoli, tra i principali quelli che approfondiscono e definiscono la nozione di abitazione principale, la base imponibile dei fabbricati, delle aree fabbricabili e dei terreni agricoli, riduzioni, esenzioni e agevolazioni, l’introduzione del funzionario responsabile e dei nuovi poteri del Comune per gli accertamenti”.