LETTERA DA UN PAESANO

Per la nostra rubrica “Lettera da un paesano” in questo articolo vogliamo parlarvi di alcuni problemi già noti in paese ma per i quali oggi potrebbe esserci una prima proposta di risoluzione.

Ma andiamo con ordine, chi vive il paese o abitualmente lo frequenta non è di certo nuovo, sopratutto nel fine settimana, a vere e proprie situazioni di degrado con bottiglie di vetro rotte e immondizia abbandonata per le strade, cartelli stradali divelti e urla e schiamazzi fino a tarda notte, situazioni che oltre a essere in alcuni casi al limite della decenza creano spesso anche danni a cose e persone.

Nel tempo, grazie anche alle diverse segnalazioni dei nostri utenti, abbiamo riscontrato che le zone maggiormente interessate da queste situazioni sono il parcheggio di fronte al cimitero di via dei Santi, il parco dedicato ai diritti dei bambini di via Turazza, lo spazio verde in prossimità dell’area cani di via del Tricolore, la Fossa Bova di via Villa Broglia e altre meno conosciute piazzette e vie del paese spesso trasformate in vere e proprie discariche abusive.

Ma qual’è quindi questa proposta? Si tratta in breve di una iniziativa che vogliamo definire “popolare”, nata grazie all’interesse dimostrato dall’intera nostra comunità e sostenuta dal Presidente della 5° Circoscrizione Raimondo Dilara, che prevede di chiedere in tempi brevi al Comune di Verona, tramite apposita raccolta firme e documentazione preposta, di installare in paese alcune telecamere nelle zone che come comunità segnaleremo come maggiormente interessate dai problemi sopra elencati.

Auspicando che la suddetta proposta, che come Cadidavid.it sosteniamo, possa trovare l’approvazione di buona parte dei nostri compaesani e in attesa venga predisposta la relativa documentazione al fine di procedere con la raccolta firme, vi invitiamo fin da subito a segnalare alle Forze dell’Ordine qualunque situazione di disordine o degrado riscontrata in paese, denunciando e fotografando anche eventuali danni subiti, al fine di avere quanto più materiale possibile a conferma delle diverse problematiche riscontrate.

Sarà chiaramente nostra cura tenervi aggiornati passo dopo passo sul proseguo dell’iniziativa tramite i nostri canali social Facebook, Twitter, InstagramYouTube ma vi chiediamo contestualmente di aiutarci avvisando quante più persone possibili, anche solo condividendo questo articolo tra i vostri contatti.

Hai trovato questa rubrica interessante? Vorresti anche tu segnalare o informare i paesani di un problema o una situazione che ritieni sia di interesse pubblico? Inviaci una email all’indirizzo info@cadidavid.it e saremo felici di pubblicarla.