LETTERA DA UN PAESANO

Per la nostra rubrica “Lettera da un paesano” in questo appuntamento vogliamo riportarvi alcune considerazioni a seguito dell’assembla sulla variante alla statale 12 svoltasi ieri sera al Cinema Teatro David.

Un tema quello trattato molto sentito non solo dal nostro paese, come testimoniamo i quasi 15 anni di supervisione da parte del nostro comitato per Ca’ di David, ma anche dai vicini Comuni di Castel d’Azzano, Buttapietra e Isola della scala e per quanto concerne più in generale la viabilità soprattutto dal Comune di Verona.

Premettiamo da subito che nella serata di ieri, nella quale ricordiamo erano presenti il Sindaco di Verona Federico Sboarina, di Buttapietra Sara Moretto, di Castel d’Azzano Antonello Panuccio, l’Assessore Regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, l’Assessore ai lavori pubblici e infrastrutture, viabilità e traffico, Luca Zanotto, il Presidente della 5° Circoscrizione Raimondo Dilara, tecnici e funzionari di Veneto Strade e Anas, non sono emerse sostanziali novità perlomeno da quanto precedentemente scritto, l’assemblea voleva pertanto essere a nostro avviso un momento di incontro tra Istituzioni e cittadini a conferma dell’avanzamento del progetto in una perfetta sinergia tra Comuni interessati, Regione Veneto e Stato.

All’incontro, dopo una prefazione da parte del comitato per Ca’ di David al quale con l’occasione rinnoviamo i nostri più sentiti ringraziamenti per la perseveranza dimostrata in tutti questi anni, ha fatto seguito una presentazione dell’attuale progetto, precisiamo preliminare, da parte di tecnici e dirigenti preposti di Anas e Veneto Strade, una esposizione che ha sottolineato come l’opera, di fatto arrivata alla sua definitiva progettazione, dovrebbe portare al relativo progetto definitivo già finanziato dalla Regione Veneto per 1,5 milioni di euro entro il 2020 e al successivo progetto esecutivo anch’esso già finanziato dalla Regione Veneto per 1,2 milioni di euro entro il 2021 con avvio del bando di gara per la realizzazione dell’opera.

Nel proseguo della serata l’Assessore Elisa De Berti, ribadendo tempi e modi sopracitati, ha voluto garantire il suo personale impegno nella buona riuscita dell’opera chiedendo però contestualmente a tutti i cittadini di avere pazienza e fiducia nell’attuale Amministrazione chiamata tra le altre cose ad affrontare anche situazioni delicate come l’esproprio dei terreni di privati cittadini di fatto attraversati dall’opera.

Durante l’assemblea un piccolo spazio è stato lasciato anche alle domande dei cittadini con diverse tematiche toccate, dalla richiesta di un sito internet nell’ottica di una maggiore trasparenza e dove potere seguire lo stato dei lavori anche con una “semplice barra di avanzamento”, bollata come non realizzabile a causa delle molteplici informazioni da gestire e caricare al fine di presentare un quadro chiaro e completo anche a fronte di eventuali imprevisti e ricorsi per problemi di natura ambientale, idrica, archeologica, ecc. e rimandando qualsiasi richiesta di chiarimenti ai rispettivi Comuni interessati, passando alla richiesta, confermata, di prevedere svincoli come all’altezza di Ca’ Brusa e rotatorie per non “spostare” semplicemente il problema.

Al termine della serata alcune rassicurazioni sull’opera sono giunte anche dal Sindaco di Verona Sboarina il quale rispondendo ad alcune domande dei cittadini ha precisato di conoscere molto bene il problema del traffico avendo vissuto per anni nel quartiere Zai, ricordando che la variante porterà con sé anche il ribaltamento del casello autostradale il quale consentirà di ridurre il traffico che oggi dall’autostrada si riversa in via Forte Tomba poiché verrà veicolato verso la vicina Tangenziale, inoltre anche la linea Filobus che ricordiamo comprenderà un parcheggio scambiatore nella vicina zona Genovesa e i relativi capolinea contribuiranno a migliorare la mobilità cittadina portando le persone a lasciare la propria macchina per utilizzare un sistema pubblico che permette di spostarsi in maniera più veloce e comoda da una parte e l’altra della città.

Positività sull’opera condivisa anche dal Presidente della 5° Circoscrizione Raimondo Dilara che ha successivamente dichiarato, “Dopo quasi quarant’anni di progetti mai realizzati finalmente siamo arrivati a parlare di progetto definito ed esecutivo, credo sia un grande risultato per Ca’ di David e Comuni limitrofi, voglio ricordare che su questi progetti importanti della variante e del ribaltamento casello di Verona Sud la Circoscrizione ha avuto un’attenzione particolare convocando diversi consigli straordinari per poter portare a conoscenza i cittadini di questi importanti progetti, colgo inoltre l’occasione per ringraziare tutti i Consiglieri della Circoscrizione per le osservazioni apportate ai progetti, il Sindaco Sboarina, l’Assessore Zanotto, l’Assessore De Berti, l’Anas e tutti tecnici presenti e tutti i politici che trasversalmente hanno portato un contributo per la realizzazione del progetto SS12”.

Vogliamo concludere questa lettera confermando ad ogni modo la piena volontà da parte delle Istituzioni intervenute di aggiornare tempestivamente i cittadini qual ora vi fossero novità su tempi e modi di realizzazione del progetto, auspicando un veloce iter lavori che porti in tempi brevi alla realizzazione dell’opera.

Potete trovare alcune foto della serata sulla nostra pagina Instagram.