VACCINAZIONI SCOLASTICHE

Di seguito la lettera inviata dalla Dirigente Scolastica Reggente Prof.ssa Erica Baldelli indirizzata a genitori e studenti dell’Istituto Comprensivo 13 P. Levi che riunisce per quanto concerne Ca’ di David le scuole E. Salgari (secondaria di I° grado), A. Cesari (primaria), Le Risorgive (primaria).

Gentili genitori, gentili docenti e componenti del personale Ata, come certo sapete, la legge 31 luglio 2017 n. 119 ha stabilito l’obbligo di sottoporre i minori a una serie di vaccinazioni, attribuendo alle scuole il compito di raccogliere la documentazione da parte delle famiglie.

Comunico pertanto, in base alla Circolare MIUR 1679 del 01/09/2017, le seguenti indicazioni procedurali.
Per i genitori/tutori dei minori dai 6 ai 16 anni (cioè per i genitori di TUTTI gli alunni del nostro Istituto) dovrà essere presentata alla scuola, entro il 31 ottobre 2017:
– O la documentazione delle ASL che certifica l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie previste dal decreto in base all’età;
– O la documentazione che provi che il minore è immunizzato in seguito a malattia naturale rispetto alle malattie per cui sono previste le vaccinazioni;
– O la documentazione attestante la richiesta all’ASL di vaccinazione (la prenotazione della vaccinazione);
– O la dichiarazione sostitutiva della documentazione che attesti l’effettuazione della vaccinazione (autocertificazione).

La documentazione di cui sopra dovrà essere consegnata rigorosamente entro e non oltre il 31 ottobre 2017 ai docenti coordinatori di classe.
Sarà poi cura di ciascuna docente referente di plesso raccogliere la documentazione, classe per classe, e depositarla in Segreteria Didattica.

Si precisa che gli alunni delle scuole primarie e sec. I grado per i quali non sia stata effettuata la vaccinazione e non sia pervenuta la documentazione potranno continuare a frequentare la scuola, ma il Dirigente scolastico dovrà segnalare la violazione all’ASL che contatterà i genitori/tutori per un appuntamento.

Se il genitore/tutore non provvederà, l’Asl contesterà formalmente l’inadempimento. In questo caso, è prevista per i genitori una sanzione da 100,00 a 500,00 euro proporzionale alla gravità dell’inadempimento.

Entro il 10 marzo 2018 dovrà comunque essere presentata la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione da chi abbia consegnato una autocertificazione o non abbia consegnato nessun documento.